DL LAVORO AUTONOMO: BOCCIATURA EMENDAMENTO FOODORA CHE RICONOSCEVA DIRITTI A LAVORATORI GIG ECONOMY E’ ATTO GRAVE. PARLAMENTO HA PERSO OCCASIONE PER RESTARE IN SINTONIA CON IL LAVORO REALE

Bocciando l’emendamento di Sinistra Italiana sui rider/fattorini di Foodora, il Parlamento ha perso oggi un’occasione per dare una prima risposta ai tanti giovani, e non solo, che lavorano nella Gig Economy o come viene detto in maniera sbagliata, economia dei lavoretti perchè,  per loro, è un vero e proprio lavoro, per di più con tutte le caratteristiche di un lavoro subordinato.

Con la bocciatura del nostro emendamento questi lavoratori continueranno ad essere soli nella richiesta di maggiori diritti e un lavoro decente nonostante le tante dichiarazioni di solidarietà mediatiche ottenute trasversalmente nelle scorse settimane. Noi non li lasciamo soli presentando una proposta di legge che li riguarda.  La maggioranza e il Governo in nome dei piccoli passi arrivano in ritardo e male a riconoscere parziali diritti al lavoro autonomo, perdono l’occasione di sancire il diritto alla disconnessione e rimangono sordi e ciechi di fronte a quelli che sono i falsi lavori autonomi.

Giorgio

 

Intervento in Aula su emendamento per “diritto alla disconnessione”:

Intervento in Aula su emendamento per diritti lavoratori Foodora