Licenziamento di Augustin Breda (Fiom – Electrolux). Interrogazione in Parlamento

Augustin Breda, dipendente dell’Electrolux di Susegana da 29 anni e storico leader della Fiom, ha subito un procedimento disciplinare all’esito del quale è stato oggetto di un licenziamento per abuso della legge 104;

secondo la multinazionale Electrolux avrebbe utilizzato in modo improprio i permessi per assistere un familiare disabile, una zia ultra 90enne, come avrebbe appurato un investigatore assoldato dall’azienda;

a nulla sono valse le difese e le argomentazioni presentate da Breda nel corso del procedimento disciplinare svoltosi nella sede di Unindustria: ha consegnato un paio di cartelle e riassunto a voce gli elementi che dimostrerebbero come tutti gli spostamenti e le commissioni effettuate nel periodo contestato fossero inerenti all’assistenza della parente e le ricostruzioni dell’aziende siano frutto di travisamento;

mentre nella sede di Unindustria Treviso era in corso il confronto tra Breda, assistito dagli avvocati della FIOM, e i rappresentanti dell’azienda, in piazza oltre 150 tute blu e sindacalisti di Susegana, ma anche di altre aziende e di altre sigle sindacali di base, manifestavano la propria solidarietà a Breda;

i colleghi hanno scioperato un’ora e 45 minuti per solidarietà. Secondo Paola Morandin, altra delegata Fiom, si calcola che l’80% degli operai di Susegana vi abbia aderito, mentre l’8 giugno i lavoratori hanno incrociato le braccia per quattro ore e lo sciopero coinvolgerà anche gli addetti di Forlì e Solaro;

il controllo «ad personam» di un sindacalista, se fosse confermato, acuirebbe lo scontro attorno alla vicenda;

secondo Paola Morandin, altra delegata Fiom, il procedimento contro Breda sarebbe stato finalizzato ad allontanarlo dall’azienda per impedire che possa ricandidarsi ed essere eletto alle elezioni per il rinnovo delle Rsu in programma l’8 luglio 2017;

Enrico Botter, segretario generale FIOM CGIL di Treviso, ha condannato il provvedimento assunto e le modalità adottate da Electrolux, annunciando che la Fiom di Treviso non darà il nulla osta al licenziamento;

le modalità adottate dall’azienda potrebbero configurarsi come comportamenti antisindacali;

Breda è stato il leader della delegazione sindacale interna all’Electrolux di Susegana e, insieme agli altri componenti, ha accompagnato il sindacato negli ultimi anni verso soluzioni positive e condivise delle emergenze che si rincorrevano, compresa quella della crisi e, quindi, della solidarietà;

se quest’anno Electrolux Susegana esce definitivamente dal tunnel, con 830 mila frigoriferi prodotti entro il 2017, il merito è anche dell’atteggiamento complessivo del sindacato, che ha alternato antagonismo e partecipazione per mediare i conflitti in azienda;

Breda era anche in prima fila nell’attività di controllo delle mansioni usuranti avviato con Medicina del Lavoro per la definizione delle malattie professionali, indispensabile per l’intervento dell’INAIL.

Abbiamo presentato un’interrogazione al Ministro del lavoro per sapere se non intenda intervenire nella vicenda di Augustin Breda, nell’ambito dei propri poteri e competenze, per accertare se il licenziamento sia frutto di condotta antisindacale da parte dell’Azienda Elettrolux e abbia motivazioni politiche.

 

Giorgio