A FIANCO DEI LAVORATORI DELL’ILVA GENOVA E DELLA FIOM PER DIFENDERE IL LAVORO

Sinistra Italiana è al fianco dei lavoratori che stanno occupando lo stabilimento Ilva di Genova Cornigliano.
La difesa del lavoro e dell’occupazione è per noi la priorità del Paese. Le garanzie del governo sul piano industriale, che a livello nazionale taglia 4.000 posti di lavoro dei quali 600 a Genova, presentato dalla nuova proprietà del gruppo siderurgico sono inaccettabili.
Il governo ci deve convincere di non avere fatto un pasticcio accettando i tagli e scambiando i diritti dei lavoratori con il Jobs Act. Ora di fronte a questa situazione c’è un’unica strada percorribile: Il governo, i commissari e l’azienda aprano un’autentica trattativa partendo dalla salvaguardia di tutti i posti di lavoro, indotto compreso, senza la tagliola del Jobs Act.
Le nuove norme renziane sul lavoro non solo non hanno creato nuova occupazione, ma hanno svalutato il lavoro esistente esponendo i lavoratori al ricatto della multinazionali.
Nei prossimi giorni saremo a Genova con i lavoratori.
Giorgio Airaudo